venerdì 30 novembre 2018

SANTANA 9 / SUITE PER UN ENIGMA + BONUS AUDIO CONCERT BUENOS AIRES 13 OCTOBER 1973


SANTANA 9 /  SUITE PER UN ENIGMA + BONUS AUDIO CONCERT BUENOS AIRES 13 OCTOBER 1973

Santana 
Luna Park 
Buenos Aires 
Argentina 
Oct 13, 1973 

Disk 1 (60:46) 

01. Going Home 
02. A-1 Funk 
03. Every Step Of The Way 
04. Black Magic Woman/Gypsy Queen 
05. Oye Como Va 
06. Bambele/Um-um-um 
07. Batucada/Xibaba (She-Ba-Ba) 
08. Stone Flower 
09. Waiting 

Disk 2 (32:15) 

01. Castillos De Arena (Sand Castle)/Free Angela 
02. Samba De Sausalito 
03. Incident At Neshabur


--------------------------

Early SANTANA Italy

----------------------

CON CARLOS SANTANA IN ESCLUSIVA
SANTANA WEMBLEY POOL LONDON 4 November 1972 : INFURIA COME IL VENTO DEL DESERTO! Di Armando Gallo
IMMAGINI DA SANTANA 3
SANTANA 1973 : QUATTRO FLASHES PER SOGNARE Di Maurizio Baiata + BONUS AUDIO THIRD ALBUM OUTTAKES & REHERSALS SAN FRANCISCO 1971
SANTANA 8 +BONUS CONCERTS AUDIO LOS ANGELES & SAN DIEGO 1971
CRUDA ANALISI CON POSITIVO FINALE DELL'ANNO 1971 DI CARLOS SANTANA & COMPAGNIA CANTANTE  Di DANILO JANS + BONUS AUDIO CONCERT MONTREUX FESTIVAL & BEAT CLUB TV GERMANY 1 MAY 1971
LOS ANGELES FORUM 14 AGOSTO 1975 : IL DUELLO CLAPTON/SANTANA : QUESTIONE DI CLASSE + LIVE CONCERT AUDIO Featuring KEITH MOON & JOE COCKER

------------------

LIVE IN ITALY
CROSBY STILLS NASH & YOUNG ITALY
EARLY SANTANA ITALY
MONDO POPOLARE 2
HELABERARDA
MONDO POPOLARE
foto DANILO JANS
DANILO JANS ART
MUSIC ITALY 70
PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA
THE LOST CONCERTS
ROCK RARE COLLECTION FETISH

mercoledì 28 novembre 2018

LOU REED 13 : IL PERIODO D'ORO ROCK N ROLL ANIMAL E ZONE LIMITROFE + LIVE AUDIO CONCERT FALKONER THEATRE COPENHAGEN 19 SEPTEMBER 1973


Rock N Roll Animal
Rock N Roll Animal fu realizzato da Lou Reed dopo la contrastata accoglienza ricevuta da Berlin. L'ambizioso concept album non aveva del tutto convinto la critica musicale e nemmeno il pubblico che si aspettava qualcosa di simile a Transformer, il primo disco solista di successo del cantante newyorkese, che conteneva hit come Walk On The Wild Side, Vicious e Perfect Day.
Per ovviare al mezzo passo falso, la casa discografico di Reed pretese la realizzazione di un disco più commerciale, più vicino a Transformer e che potesse ridare fiato alla sua carriera. Si scelse quindi, come era ormai diventato di moda, di realizzare un disco dal vivo con una scelta dei brani migliori di Reed.
Nelle intenzioni iniziali il disco avrebbe dovuto essere un doppio, ma come accadde per Berlin, la RCA pose il veto. Reed scelse quindi di realizzare un disco contenente principalmente brani tratti dal repertorio dei Velvet Underground, tralasciando quelli del suo repertorio solista e in particolare di Transformer.
In Rock N Roll Animal Lou Reed realizzò quelle che sono considerate le versioni definitive di Sweet Jane e di Rock 'n' Roll, due brani tratti da uno degli album di minor successo dei Velvet Underground e che avevano ricevuto nuova linfa nella nuova interpretazione dal vivo. Nel disco furono inoltre inseriti due classici dei Velvet Underground come Heroin e White Light / White Heat. Il quinto pezzo scelto, l'unico non proveniente dal repertorio dei VU, fu Lady Day tratto proprio da Berlin.
La band che accompagnava Lou Reed nel 1973, con la quale aveva realizzato Berlin, era di assoluto valore e riuscì a dare un robusto supporto musicale alle performance vocali del leader. Lou Reed, dopo la parentesi glam di Transformer, si stava trasformando nell'icona cinica e nichilista del rock 'n' roll animal, l'androgino personaggio che tanto avrebbe influenzato la cultura pop degli anni successivi fino al punk e agli eccessi degli anni ottanta: capelli cortissimi ossigenati, vestiti e occhiali neri, accessori di sapore quasi sadomaso. La musica che offriva nei concerti era al contrario di grande spessore e in palese contrasto con l'atteggiamento quasi svogliato e decadente del personaggio che recitava.
Rock N Roll Animal divenne celebre anche per il "duello di chitarre" tra Steve Hunter e Dick Wagner, per gli interminabili assoli di sapore hard rock dei due chitarristi e del talentuoso bassista di origine indiana Prakash John. Nel disco, grazie al nuovo arrangiamento, le vecchie canzoni acquistano spessore e dinamica, rinnovandosi completamente.
L'introduzione strumentale è tra i momenti più celebri del disco. Il riff orecchiabile di Sweet Jane divenne dopo questa versione uno dei marchi di fabbrica di Reed. L'interminabile versione di Rock 'n' Roll, con le chitarre in grande evidenza e con lo splendido assolo di Prakash John, è considerata una delle vette della carriera di Reed.
Il disco ottenne un buon successo di pubblico e di critica raggiungendo la posizione 45 nelle classifiche di vendita statunitensi. L'anno successivo la RCA decise così di bissare pubblicando Lou Reed Live, sorta di "seconda puntata" di Rock N Roll Animal. Il nuovo album, registrato durante lo stesso concerto tenuto all'Academy of Music di New York il 21 dicembre 1973, conteneva finalmente brani tratti dei dischi solisti di Reed e in particolare le hit di Transformer, ma non raggiunse né musicalmente né commercialmente i livelli del precedente.
Nella riedizione rimasterizzata del 2000, furono inclusi due brani inediti non presenti nell'edizione originale su vinile. Intelligentemente la scelta è caduta su due brani tratti da Berlin. Inserire brani provenienti da Transformer o dal primo album solista di Lou Reed avrebbe potuto snaturare l'idea originale del disco compromettendone l'omogeneità, cosa che i curatori hanno preferito evitare.

Lou Reed Live
Lou Reed Live fu realizzato dopo il successo ottenuto dal primo album dal vivo di Lou Reed pubblicato l'anno precedente. Pensato come una sorta di "seconda puntata" di Rock N Roll Animal, il disco contiene brani registrati durante lo stesso concerto tenuto alla Howard Stein Academy of Music di New York il 21 dicembre 1973.
A differenza di Rock N Roll Animal, che contiene in gran parte rivisitazioni di brani noti (Heroin e White Light / White Heat), ma soprattutto, meno noti (Sweet Jane e Rock 'n' Roll) dei Velvet Underground, nel nuovo disco furono inserite le hit del primo periodo da solista di Reed.
La scelta fu dettata dalla necessità della casa discografica di sfruttare ancora il traino di Transformer, dopo il mezzo passo falso commerciale dell'ambizioso Berlin. In realtà il disco non raggiunse i risultati di pubblico e di critica né di Transformer né di Rock N Roll Animal di cui è comunque da considerarsi complementare.
Lou Reed Live contiene quindi le versioni dal vivo di Walk On The Wild Side, Vicious e Satellite of Love, tutti singoli tratti da Transformer. Non mancano, comunque, un bel pezzo dei Velvet Underground, I'm Waiting For The Man, presente nel loro primo celebre disco, e due pezzi tratti da Berlin, Sad Song e Oh, Jim.
Anche in questo album è protagonista la band che accompagnava Lou Reed nel 1973 e con la quale aveva inciso Berlin. Ancora in evidenza sono gli assoli di Steve Hunter e Dick Wagner (il celebre "duello di chitarre") e il bassista di origine indiana Prakash John. Come nel disco precedente, Reed, grazie al possente accompagnamento, può abbandonare la chitarra e dedicarsi al ruolo che si era scelto in quel periodo, il cantante rock, nelle vesti di pelle del rock 'n' roll animal.
Diversamente da quanto avvenne con Rock N Roll Animal, dove Lou Reed realizzò quelle che sono considerate le versioni definitive di alcuni vecchi pezzi dei Velvet Underground, dando loro nuova linfa, in Lou Reed Live le versioni delle hit di Transformer non aggiungono nulla a quanto era stato fatto nell'album in studio. Il cantautore newyorkese e la band sembrano invece trovarsi meglio con le due lunghe versioni dei brani di Berlin.
Lou Reed Live non fu rimasterizato su CD in versione allungata come invece avvenne per Rock N Roll Animal nel 2000. Paradossalmente fu ripubblicato rimasterizzato nel 2003 nella collana Extended Versions della BMG, ma, a differenza di quanto suggerito nel titolo, senza materiale aggiuntivo.
La foto di copertina dell'album, che ritrae Reed con i classici occhiali neri e il giubbotto nero borchiato e con un copricapo che dà una pervenza vagamente glam al cantante, fu scattata da Oliviero Toscani.


LOU REED 13 : IL PERIODO D'ORO ROCK N ROLL ANIMAL E ZONE LIMITROFE + LIVE AUDIO CONCERT FALKONER THEATRE COPENHAGEN 19 SEPTEMBER 1973

LOU REED
FALKONER THEATRE COPENHAGEN 
19 SEPTEMBER 1973

Lou Reed: vocals 
Steve Hunter: guitar 
Dick Wagner: guitar 
Peter Walsh: bass 
Ray Colcord: keyboards 
Pentti Glan: drums 

track 01: Intro/Sweet Jane 
track 02: How Do You Think It Feels? 
track 03: Caroline Says 1 
track 04: I'm Waiting For The Man 
track 05: Satellite Of Love 
track 06: Walk On The Wild Side 
track 07: Oh Jim 
track 08: Heroin 
track 09: Rock And Roll 
track 10: White Light/White Heat (cuts) 
track 11: Vicious 

Total time: 72:08


----------------------------------

LOU REED A ZURIGO 1975 : TORMENTO & ESTASI 
POSTERSTORY : LOU REED Di Massimo Buda
LOU REED A MILANO di Riccardo Bertoncelli 
DICK WAGNER : ANCHE WAGNER SUONA IL ROCK Di Gianni Della Cioppa
15 SETTEMBRE 1973 IL CONCERTO DI CRYSTAL PALACE : CON LOU REED,BECK BOGERT & APPICE,JAMES TAYLOR,BACK DOOR,TONY JOE WHITE
LOU REED 1978  : LOU SE NE SBATTE + BONUS CONCERT AUDIO TANGLEWOOD FESTIVAL 1973
LOU REED & THE VELVET UNDERGROUND - DUE O TRE COSE CHE SO DI LOU + LIVE CONCERT AUDIO LA CAVE CLEVELAND 23 OCTOBER 1968
LOU REED Di Graziano Origa
LOU REED IN ITALIA + BONUS AUDIO LIVE CONCERT PALALIDO MILANO ITALY 13 FEBBRAIO 1975
LOU REED IL POETA DEL VIZIO Di Manuel Insolera
VELVET UNDERGROUND : 4 MOSCHE DI VELLUTO GRIGIO + BONUS AUDIO 3 HOURS ANTHOLOGY
LOU REED 1973 : LO STORICO SCONTRO CON LESTER BANGS + BONUS AUDIO CONCERT ODEON PARIS FRANCE 1973

---------------

LIVE IN ITALY
CROSBY STILLS NASH & YOUNG ITALY
EARLY SANTANA ITALY
MONDO POPOLARE 2
HELABERARDA
MONDO POPOLARE
foto DANILO JANS
DANILO JANS ART
MUSIC ITALY 70
PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA
THE LOST CONCERTS
ROCK RARE COLLECTION FETISH