sabato 25 giugno 2016

NICA Ovvero : PANNONICA ROTHSCHILD DE KOENIGSWARTER


Baroness Kathleen Annie Pannonica de Koenigswarter (née Rothschild; 10 December 1913 – 30 November 1988) was a British-born jazz patron and writer. She was a leading patron of bebop music. She was a scion of the prominent Rothschild international financial dynasty.

La storia di Nica "Pannonica" Rothschild
La baronessa Nica Rothschild abbandonò una vita di glamour e mondanità per legarsi ai musicisti neri della scena jazz newyorkese e per dedicarsi successivamente al pianista Thelonious Monk. In un nuovo libro, intitolato The Baroness, la pronipote di Nica, Hannah Rothschild racconta la sua incredibile storia.

Kathleen Annie Pannonica Rothschild nacque nel 1913, in un momento in cui la celebre famiglia era al culmine della sua potenza. Ebbe un'infanzia protetta e coccolata, vivendo in uno palazzo ricco di opere d'arte. Nel 1934, venne regolarmente presentata a corte e nel 1935 avvenne il suo matrimonio con il barone Jules de Koenigswarter, un bel diplomatico francese; la perfetta combinazione che l'ambiziosa madre aveva sempre sognato, e da cui ebbe cinque figli. Lei possedeva un castello da favola in Francia, indossava abiti firmati e gioielli, pilotava aereoplani, guidava auto sportive e cavalcava.
Come parte di una alta società ricca di glamour, visse in un mondo cosmopolita popolato da magnati, regnanti,  intellettuali, politici e playboy.
Nel 1948, però, accadda qualcosa di incredibile. Sulla strada per l'aeroporto dopo una visita a New York, Nica si fermò a visitare un amico, il pianista jazz Teddy Wilson, che le fece ascoltare la registrazione di "Round Midnight" di un allora sconosciuto pianista jazz, Thelonious Monk. Incapace di credere alle sue orecchie, Nica ascoltò il disco 20 volte di fila e ne fu stregata. Avendo perso il suo aereo, non fece mai più ritornò a casa. Abbandonò il marito e cinque figli e si trasferì in una suite presso l'hotel Stanhope, un edificio che si affaccia sul Metropolitan Museum of Art ai margini di Central Park, e cominciò a cercare l'uomo che aveva fatto questo disco straordinario.
Il libro narra che a Nica piaceva praticare il tiro con la pistola contro le lampadine dell'hotel. Di tanto in tanto il fratello di Nica, Victor, doveva andava a New York per convincere il management dell'hotel a farla rimanere. Si narra che il direttore avrebbe detto, "Non importa se spara al nostro staff, la preghiamo solo di lasciare stare i nostri lampadari."
Nel giro di pochi mesi dal suo trasferimento in America, Nica divenne parte della comunità jazz. I club della 52nd Street erano piccoli ed ospitavano la stessa clientela notte dopo notte. Nica sedette con Jack Kerouac, William Burroughs, Allen Ginsberg e pittori come Jackson Pollock, Willem de Kooning, Franz Kline e Frank Stella, ascoltando Charlie Parker, Dizzy Gillespie, John Coltrane e Miles Davis. Nica arrivava sulla scena con la sua Rolls-Royce bianco lucente, il suo libretto degli assegni e il suo entusiasmo senza limiti per la loro musica. Nica non era preoccupata di spendere i soldi: era li per quello. Quello che voleva era un antipasto ad una vita diversa ed i musicisti gliela avrebbero data.
La cosa strana era che non riusciva a trovare l'uomo che stava realmente cercando.
Arrestato per possesso di eroina nel 1951, Thelonious Monk aveva perso la sua carta di cabaret e con essa il diritto a suonare nella maggior parte dei club di Manhattan. In questo periodo Monk era solito suonare da solo, su un pianoforte verticale nella sua cucina. Il suo pubblico era composto da sua moglie Nellie, e dai loro due figli, Toot e Barbara. Di notte, alle volte, Monk ascoltava i suoi contemporanei alla radio, ma il più delle volte, era disteso sulla schiena in silenzio guardando una foto di Billie Holiday attaccata al soffitto sopra il suo letto.
Non riuscendo a trovare Monk, Nica tornò in Inghilterra nel 1954 per cominciare a considerare il suo futuro. Era effettivamente senza casa, disoccupata, e con tante questioni in sospeso. L'eccitazione iniziale di trasferirsi a New York e immergersi nel mondo del jazz era ormai tramontata. Quelli che la conoscevano a Londra la ricordano sempre allo Stork Club,  in attesa dell'ultima stella che giungeva in citta. Monk arrivò proprio al momento giusto.
Avendo sentito che Monk stava suonando a Parigi, Nica volò li con la sua nuova amica, la pianista Mary Lou Williams per incontrarlo. Nica ne fu affascinata. Da quel momento, la sua vita cambiò. Per i seguenti 28 anni - fino alla sua morte nel 1982 - dedicò la sua vita a Thelonious Monk, dedicando il suo tempo ed il suo amore al musicista.
Dopo il loro primo incontro, Nica ammise, "Avevo bisogno di un interprete per capire quello che diceva, io non conoscevo l'inglese di Thelonious."
Andarono subito d'accordo e restarono insieme per tutto il tempo in cui restarono a Parigi. Nessuno sa che tipo di relazione ebbero Monk e Nica, forse consumarono la loro relazione, forse no. Per lei, Monk era "il più bell'uomo che avessi mai visto. Era un uomo molto grande, ma la sua presenza era ancora più grande. Ogni volta che entrava in una stanza la dominava."
Nica lasciò Londra per tornare a New York. Aveva installato un pianoforte nella sua suite e Monk trascorse quasi tutti i giorni lì, praticando e lavorando sulle melodie.
Stava diventando sempre più chiaro che Monk non poteva essere lasciato solo. I suoi tratti comportamentali, una volta giustificati come "eccentricità" stavano diventando sempre più pronunciati. Era difficile stabilire se il suo comportamento fosse il risultato di un instabilità mentale o di abuso di droga. Quando la madre, Barbara, morì il 14 dicembre del 1955, Monk era in compagnia di alcuni amici tossicodipendenti e perse il funerale. Il suo equilibrio poi fu ulteriormente scosso quando l'appartamento della famiglia prese fuoco e, anche se nessuno rimase ferito, i loro beni, tra cui vestiti, libri, mobili e i suoi manoscritti musicali, oltre al suo pianoforte verticale, furono tutti distrutti. La perdita della sua musica fu così devastante, che non sarebbe mai più andato da nessuna parte senza di essa.
Nella primavera del 1957, Monk finalmente riacquistò la sua carta di cabaret e il diritto a suonare nei club che servivano alcolici di New York. Quasi subito ottene un impiego al Five Spot Café.
Nica decise che il pianoforte non fosse abbastanza buono per Monk e ne comprò uno nuovo per il club. Il Five Spot pagò a la somma principesca di ben $ 600 a settimana, di cui 225 dollari manteneva per sè, ed il resto divideva fra i suoi tre sideman, tra i quali il batterista Roy Haynes.
Nica catturò una tipica notte al club con il suo registratore. Introducendo la serata con la sua voce roca, disse tra il rumore generale e il chiacchiericcio della folla, "Buona sera a tutti, io sono Nica e questa sera saremo con voi direttamente dal Five Spot Café ed ascolterete la bella musica del Thelonious Monk Quartet, con Charlie Rouse al sassofono, Roy Haynes alla batteria e Ahmed Abdul-Malik al basso".
Quindi fece una pausa e le prime note di Pannonica, volarono sopra al rumore dell'ambiente.
Quindi iniziò a parlare Monk. "Ciao a tutti, io sono Thelonious Monk. Mi piacerebbe suonare un pezzo che ho composto non molto tempo fa, dedicato a questa bella signora qui. Credo che suo padre le diede quel nome, dopo aver visto una farfalla che cercò di catturare. Non credo che abbia mai preso la farfalla, ma ecco la canzone che ho composto per lei, Pannonica."
Il 15 ottobre del 1958, Nica decise di accompagnare un indebolito Monk ad un concerto in Maryland. In una città chiamata New Castle nel Delaware, fermò la macchina davanti a un motel, in modo da poter usare il bagno. Mentre aspettava, la polizia si avvicinò, in questa parte d'America, la vista di una donna bianca e di un uomo nero insieme era abbastanza insolita per non attirare l'attenzione. Seguì un alterco. Monk fu picchiato. La polizia perquisì l'auto e trovò della marijuana; Nica sapeva esattamente cosa fare. Monk era troppo fragile per andare in prigione e così disse ai poliziotti che la droga era sua.
Le conseguenze di questo momento di coraggio sarebbero potute essere disastrose. Nica avrebbe potuto affrontare una pena detentiva fino a 10 anni, seguita dall'immediata espulsione.
La sua vita con Monk sarebbe finita, ma la prospettiva di un ritorno in Inghilterra era altrettanto dolorosa. Come avrebbe reagito la sua famiglia? Il marito le avrebbe mai fatto vedere i suoi figli?
Scrisse una lettera alla sua amica Mary Lou Williams la notte prima del suo processo nel gennaio 1962. E' in Delaware. Scrive, "Questo è il giorno da cui dipende tutto il mio futuro. Non posso parlare con Thelonious o Nellie di questo, perché hanno già le loro preoccupazioni personali. Sono così completamente sola".
Alla fine, però, accadde un miracolo: il caso fu respinto per un cavillo, il suo avvocato sostenne che i poliziotti avevano ispezionato la sua macchina senza il suo permesso.

NICA Ovvero : PANNONICA ROTHSCHILD DE KOENIGSWARTER

THELONIOUS MONK - Pannonica
https://www.youtube.com/watch?v=ciqI9PXmZWU
Carmen McRae // Little Butterfly (Pannonica)
McCoy Tyner-Bobby Hutcherson - Pannonica
Steve Lacy Trio - Pannonica
Art Blakey & the Jazz Messengers - Nica's Dream
Horace Silver Quintet - Nica's Dream 

The Baroness Who Backed Thelonious Monk

-----------------------------------------------------------

JAZZ URLO E FURORE Di Arrigo Polillo 
MILES DAVIS - COMPLETE SESSION FOTOGRAFICA TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA DAL VIVO ALL'ARENA CROIX NOIRE AOSTA ITALY 1988 Di Danilo Jans
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/miles-davis-complete-session.html
1973 : MILES DAVIS,QUEL GIORNO AL RAINBOW Di Trashman
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/07/1973-miles-davisquel-giorno-al-rainbow.html
ERIK SATIE : LA MUSICA DELL'IMPOSSIBILE Di Carmine Pescatore
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/07/erik-satie-la-musica-dellimpossibile-di.html
QUEL TRENO CHIAMATO JOHN CAGE Di Guido Harari
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/07/quel-treno-chiamato-john-cage-di-guido.html
MICHEL PETRUCCIANI - COMPLETE SESSION DAL VIVO AL TEATRO SERRA IVREA ITALY 1993 Prima Parte Di Danilo Jans 
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/michel-petrucciani-complete-session.html
MARTIAL SOLAL & DIDIER LOCKWOOD - COMPLETE SESSION FOTOGRAFICA TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA  DAL VIVO ALL'EUROJAZZ FESTIVAL DI IVREA ITALY AUDITORIUM LA SERRA MARZO 1994 Prima Parte Di Danilo Jans
BUD SHANK & BOBBY DURHAM - IVREA ITALY 1994 Prima Parte
http://helaberarda.blogspot.it/2012/12/b_10.html
1962 : ORIANA FALLACI SUL CASO CHET BAKER
ARCHIE SHEPP - COMPLETE SESSION FOTOGRAFICA TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA  DAL VIVO ALL'AUDITORIUM LA SERRA IVREA ITALY IL 6 MARZO 1988 Prima Parte Di Danilo Jans
CHET BAKER : LET'S GET LOST Di Enrico Sisti,Bruce Weber,William Claxton
CHET BAKER : LET'S GET LOST Di Enrico Sisti,Bruce Weber,William Claxton
AHMAD JAMAL -  COMPLETE SESSION FOTOGRAFICA TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA  DAL VIVO  AL 13* EUROJAZZ FESTIVAL AUDITORIUM LA SERRA IVREA ITALY 14 Marzo 1993 Prima Parte Di Danilo Jans
NAT ADDERLEY With VINCE HERRING & JIMMY COBB - COMPLETE SESSION FOTOGRAFICA TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA DAL VIVO EUROJAZZ FESTIVAL AUDITORIUM LA SERRA IVREA ITALY 14 Marzo 1992 Prima Parte Di Danilo Jans

----------------------------------------------------

LIVE IN ITALY
CROSBY STILLS NASH & YOUNG ITALY
EARLY SANTANA ITALY
MONDO POPOLARE 2
HELABERARDA
MONDO POPOLARE
foto DANILO JANS
DANILO JANS ART
MUSIC ITALY 70
PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA
THE LOST CONCERTS
ROCK RARE COLLECTION FETISH

mercoledì 15 giugno 2016

RICK WAKEMAN MEGAPOST + BONUS AUDIO CONCERT BOSTON MUSIC HALL 5 OCTOBER 1974


Rick Wakeman

Richard Christopher Wakeman, più noto come Rick Wakeman (Perivale, 18 maggio 1949), è un tastierista e compositore britannico, fu esponente del progressive rock degli anni settanta. Oltre a una brillante carriera da solista, è noto soprattutto per aver fatto parte degli Yes nel periodo d'oro della band, primi anni settanta, contribuendo alla realizzazione di album come Fragile, Close to the Edge e Going for the One.

Biografia
Formatosi come pianista classico, passò in seguito alla tastiera elettronica. Soprannominato "lunga chioma bionda" (sia per la capigliatura fluente che per la statura), Wakeman ha iniziato la carriera di musicista professionista nel 1969, suonando nei gruppi Warhorse e The Strawbs; nel 1971 entrò a far parte degli Yes (unendosi a Jon Anderson, Chris Squire, Bill Bruford e Steve Howe). Il rapporto di Wakeman con il gruppo è stato sempre turbolento, con almeno quattro abbandoni e successivi ritorni. Dal 2002 è tornato a far parte della band per la quinta volta per cu poi abbandonarli definitivamente 3 anni dopo. Verso la fine degli anni ottanta, Wakeman partecipò al progetto di "rifondazione degli Yes classici", realizzato da Jon Anderson col nome Anderson Bruford Wakeman Howe, suonando nell'unico album in studio della formazione e nel successivo live.
La carriera solista di Wakeman, lunga e prolifica, fu caratterizzata da alcuni successi soprattutto a metà anni Settanta. Fra gli album si possono ricordare il disco strumentale The Six Wives of Henry VIII (1973, oltre sei milioni di copie vendute), The Myths and Legends of King Arthur and the Knights of the Round Table (1975) e Journey to the Centre of the Earth (1974, oltre dodici milioni di copie vendute). Ha suonato spesso come ospite o session man per artisti molto diversi fra loro, come David Bowie, Elton John, Cat Stevens, Lou Reed, i Black Sabbath, John Williams, Al Stewart ed i Brotherhood of Man.
Wakeman ha utilizzato il Mellotron, tastiera elettronica basata sulla riproduzione continua di suoni registrati su nastro. È stato l'inventore, insieme a David Biro, del Birotron, uno strumento a tastiera che superò vari limiti e difficoltà del Mellotron, ma che non ebbe successo commerciale anche per il contemporaneo avvento (alla fine degli anni Settanta) delle tastiere digitali.
Come dimostrato dai brani che ha inciso ed eseguito dal vivo più volte nel corso della sua carriera (ad esempio Merlin the Magician, Hearth of the Sunrise, South Side of the Sky, Journey to the Centre of the Earth, Catherine Parr, Anne Boleyn e Wurm), Wakeman è anche un grandissimo improvvisatore. Senz'altro uno dei massimi solisti al Minimoog, è anche un personalissimo stilista del Clavinet (un esempio ne è l'episodio dopo la terza Narrazione di The Journey, da Journey to the Centre of the Earth, più volte documentato sia su CD che su DVD).
Nella sua produzione più recente, vanno ricordati vari album legati al genere New Age e numerosi album per pianoforte solo, come Country Airs, The Piano Album, The Yes Piano Variations, Prelude to a Century, Heritage Suite e Chronicles of Man.
In Italia ha collaborato negli anni '90 con Mario Fasciano, pubblicando due album, Black Knights At The Court Of Ferdinand IV nel 1989 e Stella bianca alla corte di re Ferdinando nel 1999 (con il brano Stella bianca scritto per il testo da Mario Castelnuovo); i due musicisti hanno anche realizzato insieme un tour acustico.
È stato direttore della squadra di calcio londinese del Brentford F.C.. Alla fine degli anni Settanta è entrato in società con altri musicisti come Paul Simon e Peter Frampton per acquisire la squadra di calcio statunitense dei Philadelphia Fury. Da tempo è inoltre un noto tifoso del SSC Napoli.[3]
Wakeman ha sempre manifestato pubblicamente la sua preferenza politica per la destra, si è dichiarato sostenitore ufficiale del Partito Conservatore, per il quale si è anche esibito durante la tornata elettorale del 2006. Inoltre, è assertore dell'introduzione della pena di morte per gli spacciatori di droga.
Nel 2011, Wakeman collabora, registrando e arrangiando, accanto alla mente e batterista dei Fiaba Bruno Rubino, l'album di debutto della cantante Italiana Valentina Blanca.

Rick Wakeman e Keith Emerson
MATRIXSYNTH: Moog Catalog Featuring Rick Wakeman, Jon Lord, Chick Corea, Jan Hammer, Keith Emerson, Tony Banks
RICK WAKEMAN MEGAPOST + BONUS AUDIO CONCERT BOSTON MUSIC HALL 5 OCTOBER 1974

Rick Wakeman
Boston Music Hall
Boston, MA
October 5, 1974

Disc One:
1: Horizon
2: Symphony 1 D Minor
     Opus 13 (Rachinaninow)
3: Catherine Parr
4: Catherine Howard
5: Ann Boleyn
6: Something Completely Different

Disc Two:
1: Journey/Recollection
2: Battle/Forest
3: And Maybe Something Else
    Completely Different

http://www.archive.org/serve/RickWakeman1974-10-05BostonMusicHallMA/RickWakeman1974-10-05BostonMusicHallMA.mp3

http://www.archive.org/serve/RickWakeman1974-10-05BostonMusicHallMA/RickWakeman1974-10-05BostonMusicHallMA.wma

----------------------------------------------------------------------

SUL FILO DEGLI YES : IL CONCERTO AL PALAEUR DI ROMA DEL 23 APRILE 1974 - L'ARTICOLO,LE INTERVISTE,LE FOTO E L'AUDIO Di Marco Ferranti e Maria Laura Giulietti  
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/sul-filo-degli-yes-il-concerto-al.html
CRYSTAL PALACE LONDON 1974 :  AL BANCHETTO DEL ROCK Di Trashman e Giancarlo
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/09/crystal-palace-london-1974-al-banchetto.html
ANTEPRIMA EMERSON LAKE & PALMER : BENTORNATI AMICI MIEI..
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/10/anteprima-emerson-lake-palmer.html
EMERSON LAKE & PALMER : IL CANTO DEL CIGNO
Di Marco Ferranti e Fiorella Gentile
http://helaberarda.blogspot.it/2012/06/emerson-lake-palmer-il-canto-del-cigno.html
EMERSON LAKE & PALMER Un anno dopo...Il piu' grande show del mondo 
Di Enzo Caffarelli
http://helaberarda.blogspot.it/2012/03/emerson-lake-palmer-un-anno-dopoil-piu.html
GREENSLADE - L'ESORDIO PAGATO CARO Di ARMANDO GALLO e TASTIERE IN PRIMA FILA
http://musicitaly70.blogspot.it/2015/04/greenslade.html
GENESIS "LIVE" : TOURNEE IN ITALIA Di Pino Guzman
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/genesis-live-tournee-in-italia-di-pino.html
GENESIS : CRONISTORIA DI UN TOUR Di Marco Ferranti  
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/genesis-cronistoria-di-un-tour-di-marco.html
ESPLOSIONI SONORE : I GENESIS A TORINO NEL 1975
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/esplosioni-sonore-i-genesis-torino-nel.html
GENTLE GIANT ANTEPRIMA : IN ITALIA CON LA CASA DEGLI SPECCHI Di Enzo Caffarelli
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/11/gentle-giant-anteprima-in-italia-con-la.html
JETHRO TULL : DI NUOVO IN MARCIA Di Manuel Insolera
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/07/jethro-tull-di-nuovo-in-marcia-di.html
LA NUOVA DANZA DEI JETHRO TULL Di Maria Laura Giulietti 
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/la-nuova-danza-dei-jethro-tull-di-maria.html
CURVED AIR : ANTEPRIMA SULL'ULTIMO LP (AIR CUT) Di Manuel Insolera 
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/curved-air-anteprima-sullultimo-lp-air.html
VAN DER GRAAF GENERATOR : LACRIME SUL PASSATO Di Manuel Insolera
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/van-der-graaf-generator-lacrime-sul.html
KING CRIMSON : L'AVVENTURA AMERICANA Di Manuel Insolera
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/10/king-crimson-lavventura-americana-di.html
KING CRIMSON : IL SACRIFICIO DELLA TRANSIZIONE Di Maurizio Baiata
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/king-crimson-il-sacrificio-della.html
INTERVISTA ESCLUSIVA CON ENO / PARLIAMO DI ROCK Di Fiorella Gentile
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/intervista-esclusiva-con-eno-parliamo.html
L'ALCHIMISTA DEL SYNTH - ENO DOPO I ROXY MUSIC 
Di Enzo Caffarelli
http://helaberarda.blogspot.it/2012/04/lalchimista-del-synth-eno-dopo-i-roxy.html
FOCUS : LA FIAMMA INOSSIDABILE Di Armando Gallo  
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/focus-la-fiamma-inossidabile-di-armando.html
HAWKWIND : I GIORNI DEL FALCO Di Marco Ferranti IL COMPLOTTO COSMICO Di Manuel Insolera THE EGOS HAVE LANDED Di Mick Wall + BONUS
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/12/hawkwind-i-giorni-del-falco-di-marco.html
JETHRO TULL Di Stefano Coderoli + BONUS  & CONCERTO LIVE AL TEATRO BRANCACCIO ROMA ITALY 2 FEBBRAIO 1971
http://musicitaly70.blogspot.it/2014/03/jethro-tull-di-stefano-coderoli-bonus.html

----------------------------------------------------------------------

LIVE IN ITALY
CROSBY STILLS NASH & YOUNG ITALY
EARLY SANTANA ITALY
MONDO POPOLARE 2
HELABERARDA
MONDO POPOLARE
foto DANILO JANS
DANILO JANS ART
MUSIC ITALY 70
PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA
THE LOST CONCERTS
ROCK RARE COLLECTION FETISH