sabato 14 maggio 2016

I FESTIVAL DELL'ISOLA DI WIGHT Di DANILO JANS + BONUS AUDIO CONCERT JIMI HENDRIX LAST BRITISH CONCERT 1970


Il Festival dell'Isola di Wight ebbe il suo preambolo nel 1968,grazie ad una prima
supervisione mirata di John Peel,il mago creatore di tutto il fermento Pop Rock nelle
Radio Inglesi, dalla metà degli anni 60 in avanti.
Dell'evento del 1968 nei ricordi personali e nelle cronache resta pochissimo.Una rap=
presentazione un po' piu' professionale, degli embrionici ed esoterici Festival di Gla=
stonbury o di Bath.
Wight doveva essere un Festival con grandi migrazioni di pubblico da tutta Europa,verso
quell'enorme palco,con un grande lancio popolare e di successo di nomi nuovi e di gene=
ri che facevano la loro prima comparsa ,come il Progressive, con un ritorno di immagine
mediatico tipo Monterey o Woodstock.
Il Festival di prova del 1968,come i seguenti,si svolse nella fredda Isola di Wight,che
forniva un enorme spazio per contenere un folto pubblico e raggiungibile facilmente dagli
aerei e elicotteri dei discografici,musicisti,vips ecc. da Londra.
Peel e soci scelsero un cartellone di star iniziali a portata di mano,come Arthur Brown,
l'uomo di "Fire" che si accendeva un lanciafiamme sulla testa o i Tyrannosaurus Rex del
futuro semi-metallaro Marc Bolan,che ai tempi suonava ancora Folk o pezzi come "Deborah",
I Fairport Convention,loro sì,erano tra i fondatori riconosciuti del genere Folk-Rock,i 
Pretty Things la terza via del rock 'n Roll,i Movie una delle prime band con il leader 
truccato ,Roy Wood,dalla testa ai piedi da stregone e un pugno di altre band, emersero 
definitivamente nei mesi successivi.
Ma quell'anno passo' alle cronache piu' esigenti per l'esibizione sul palco dei Jefferson
Airplane,sacerdoti della West Coast Californiana piu' acida e visionaria,alla stessa stre=
gua dei Grateful Dead,che sceglieranno Glastonbury,per esibirsi,oppure i Quicksilver Mes=
senger Service,gli Spirit o i LOve.
Il successo dei Jefferson fu comunque solo di immagine e di richiamo,verso una band già
storica,perchè i Jefferson ebbero problemi tecici continui sul palco,non sentendo i loro stru=
menti e non trovando correlazione con il loro grosso schermo psichedelico,limitato a metà
dietro alla band.Il disastro tecnico porterà al rientro della band negli Stati Uniti e ad
un mese di riflessione ,per la strada che stavano intraprendendo e che li vedrà un anno 
dopo a Woodstock.

L'edizione del 1969 avrà un ben diverso spessore,sia di cartellone,che di pubblico,che
di fama definitiva.I collegamenti con la terra ferma,nel 68 ancora primitivi,pre=
parati per non piu' di  10 mila persone,adesso ne possono spostare 150 mila,come minimo.
A parte per il costo del biglietto,definito non basso,il pubblico si tuffa subito nell'enorme
arena ,con collina sovrastante,piena di voglie di libertà,amore,musica e tanto nudismo,che
attirerà la gran parte dei fotografi presenti e dei tabloid di tutto il mondo.
Tutti dormono all'aperto,uniti come in un culto religioso.
Ron e Ray Foulk sono i programmatori,quest'anno,di tutto questo enorme carrozzone,contem=
poraneo a quello di Woodstock,che si svolge nello stesso periodo.
E la lista dei partecipanti sarà l'arma vincente di questo Festival.
Sul palco si ritrovano tra gli altri:
I Blodwyn Pig,il braccio dissidente dei Jethro Tull con Mick Abrahams,la Bonzo Dog Doo Dah
Band di Vivian Stanshall, amico piu' che fraterno dei Beatles e fondatore di gruppi surreali
come i Monty Phyton,la Edgar Broughton Band,uno dei primi esempi inglesi di ribellione po=
litica in versione hard contro l'establishment,Joe Cocker l'ex idraulico roco che vedrà in 
questo periodo il suo massimo splendore,i Family di Roger Chapman,il cantante con crisi 
convulsive che creerà con Charlie Whitney una delle piu' belle atmosfere del nascente pro=
gressive,i Fat Mattress dell'ex bassista di Jimi Hendrix,Noel Redding qui alla chitarra,i
Free del nuovo chitarrista-spettacolo Paul Kossoff,i Nice con Keith emerson che favorirà
la creazioni di band con pluri tastiere dipendenti,creando una nuova moda in seno al rock,
Tom Paxton,i Pentangle e Richie Havens con i loro set acustici daranno respiro ai set elet=
trici,mentre la Third Ear Band,già presenti con i Rolling Stones sul palco di Hyde Park a
luglio ,cominciano ad entrare in luoghi a dir poco misteriosi e mentali,i Who si conferme=
ranno band leader del genere rock blues,sempre piu' inclini all'hard e alle distorsioni con
assoli da leggenda.
Tante altre band faranno da cornice a questi giorni di Agosto del 1969 sul palco di Wight,
ma ancora della memoria dei piu',dei giornalisti e degli storici,rimangono in mente due 
concerti di quel Festival,quelli di Marsha Hunt e quello di Bob Dylan,contando le diverse
dimensioni artistiche e di costume dei due artisti.
Del concerto di Marsha Hunt ,ci rimangono ancora un pacco di foto a differenza delle altre
band quasi senza immagini di commento.La Hunt è una splendida ragazza nera e dire splendida
è veramente poco,che sale sul palcon con la sua band,i White Trash,con un completo di pelle
nera lucida,accompagnato da un mini pantaloncino hot pants, su lunghi stivali neri da brivi=
do.Nonostante la band fosse zeppa di grandi strumentisti ,come l'ex Deep Purple,Nick Simper,
l'esibizione fu tutta concentrata sulla nuova assunta,al suo esordio,la cantante Mar=
sha Hunt.La ragazza a Londra era molto ben vista da tutti i musicisti famosi,chiamava Dylan
amichevolmente Bob e la Band se la trovo' con loro ,grazie a mille interessamenti colti.
Sul palco poi non ebbero tanto spazio per chiedersi il perchè di certi movimenti nella band,
perchè il livello tecnico strumentale era un disastro e avevano difficoltà anche a sentire
la loro batteria.Di tutto questo ne approfitto' la Hunt che grazie alla sua presenza e ritmo,
attiro' su di se tutta l'attenzione,facendo dimenticare i disagi strumentali.
L'ex Ballerina del musical Hair ed ex moglie di Mike Ratledge dei Soft Machine,un anno dopo
Wight,cadrà sotto le grinfie di Mick Jagger,che assuntala come corista,la metterà subito in=
cinta ,facendogli fare un figlio e ispirandosi a lei per la canzone "Brown Sugar".La sua carrie=
ra artistica si concluderà con la pubblicazione delle lettere d'amore ,che gli inviava Jagger,
per problemi economici.
L'esibizione di Bob Dylan e la Band invece è ancora adesso memorabile per motivi di "costu=
me pop", che per la prima volta faranno notare ai piu' ,il livello da superstar che avevano or=
mai raggiunto  musicisti,che solo pochi anni fa,giravano in autostop l'America e non solo.
Dylan in quel periodo era stato bloccato a casa da tempo, per il famoso incidente motociclisti=
co.Durante la convalescenza aveva ricevuto offerte per esibirsi un po' da tutti,anche dagli 
organizzatotori di Woodstock, che stava a due passi dalla sua abitazione,rifiutandoli tutti:
Alla fine sia perchè la moglie del periodo Sara,non ce la faceva piu' di quella vita bucolica,
sia perchè pure lui stava meglio, accetto'il pacchetto di proposte che gli presentarono dall'In=
ghilterra ,che oltre al concerto comprendeva un periodo di ferie da passare con i Beatles e altri
amici di quel livello,una villa a sua disposizione del 17° secolo,campi di tennis e svaghi a
sua scelta ,oltre che un parco macchine da Regina Elisabetta.Un enorme tendone fu costruito 
per lui e amici vicino al palco.
Il tutto non verrà goduto molto dalla famiglia Dylan,perchè per un malore del figlio,la moglie
Sara dovrà correre subito in un Ospedale di Londra ,per curare il regazzo.
Per questo concerto Dylan avrà l'incredibile cifra,ai tempi il record,di Un Milione di lire al
minuto,gettando una fosca ombra nei fans piu' romantici del cantautore americano.Ad esempio,in
Italia,aveva provocato scandalo nello stesso periodo ,il pagamento di Un milione di lire al
cantante del momento Antoine,per una sera pero'.Ma questo rende l'idea delle proporzioni.
Tornando al concerto,come espressione musicale,posso ricordare che Dylan fece aspettare in piena
notte due ore il pubblico,dopo che il precedente artista Richie Havens gli aveva lasciato il
palco.Vestito completamente di bianco,salì sul palco,senza un saluto o un commento e inizio' a
suonare davanti all'infreddolito pubblico, che a spintoni cercava di farsi spazio nella zona Vip,
dove si trovano i Beatles e altri pezzi grossi del business,avvolti da pesanti coperte,provocan=
do solo svenimenti e gran lavoro di barellieri e medici sotto il palco.
Dopo un ora e mezza di brutto concerto,Dylan,piu' uomo d'affari che folk singer,
lascerà il palco tra fischi e applausi di scherno.Il presentatore Ricki Farr ,verso
chi protesta dice:"Ho paura che è la fine".
Così si concluse il piu' atteso concerto del Festival di Wight del 1969.Tra il pubblico assistet=
tero allo show anche: Pattie Harrison, Yoko Ono, Maureen Starkey,  Liz Taylor, Richard Burton, 
Jane Fonda, Françoise Hardy, Roger Vadim, Syd Barrett, Donald Cammell, Elton John e molti altri
Vip e artisti.

L'edizione 1970 del Festival vedrà come primo risultato l'aumento del pubblico,calamitato nell'i=
sola da tutta Europa e dagli Usa,da una pubblicità potente e professionale.Fino a mezzo milio=
ne di persone,che dovevano essere paganti,ma che la perfetta macchina da guerra organizzativa del=
l'evento,rivelatasi presto di burro,farà passare in parte gratis,con ancora in
mente le esperienze free di Woodstock e l'urlo di sdegno dell'organizzatore dal palco verso il
pubblico:"Siete tutti dei maiali!".
Devo dire che l'aumento dei prezzi dei biglietti e le seguenti proteste,non furono colpe unicamen=
te dell'organizzazione ,ma di molte band, che dopo i soldi dati a Dylan,si montaro=
no la testa ,pretendendo cifre da superstar e trattamenti sempre piu' difficili da gestire.
Solo gli Hawkwind e i Pink Fairies organizzarono un  mini Festival,fuori dal recinto periferico,
dove si esibirono gratuitamente.In pratica il pubblico,a causa di una visione organizzativa poco
incline alla comodità dei paganti,invece di trovarsi in mezzo ad una specie di Woodstock,si trovo'
in un campo di concentramento,dove mancavano solo le torrette delle guardie con il mitra.

Come cartellone il Festival si presento' imbattibile!.Se l'anno prima il solo Dylan,era una testa
di serie,quest'anno i nomi furono tutti artisticamente ai vertici,anche se a volte ancora di nicchia
per il grosso pubblico,ma la qualità fu molto alta,con molte band provenienti dagli Usa.
I primi due giorni salirono sul lungo palco,tra gli altri Kris Kristofferson,leggenda country poi
famosissimo attore in film impegnati,Tony Joe White,uno degli inventori dello Swamp Rock un genere
molto apprezzato da Elvis Presley e che vedrà come discepoli i Creedence,JJ Cale,Lynyrd Skynyrd,
ecc.,.Ci fu poi l'esordio dei Supertramp,futura band di successo mondiale e la Musica Underground,
termine che significava anni fa qualcosa di duro,ricercato e sotterraneo,dei Black Widow e dei
Groundhogs,band che accompagnava John Lee Hooker e che avrà un evoluzione pazzesca nel corso degli
anni, grazie alla figura leggendaria del suo leader Tony McPhee.
IL venerdì sono menzionabili ,tra gli altri l'eroina di Woodstock,Melanie,poi presente al Festival
di Glastonbury l'anno dopo,con lei arrivarono i Chicago ,già noti per l'esordio a Toronto con John Len=
non e i Cactus,soprannominati i Led Zeppelin Americani.Si ripresentano anche i Family,già piu' fa=
mosi dell'anno precedente e i Procol Harum,al massimo della notorietà grazie ad hit come ;"A Whiter
Shade of Pale".Quel giorno esordì anche il mitico chitarrista Rory Gallagher con i suoi Taste,da
quel giorno comincio' realmente la notorietà planetaria dell'Irlandese.Dello stesso tenore,in fatto di
grinta furono i californiani Cat Mother,che aprirono il pomeriggio di sabato 29 Agosto.Seguirono ovazioni 
anche per i Mungo Jerry,reduci dal successo di "In The Summertime",il Rock blues dei Free e dei Ten
Years After e poi gli attimi acustici di John Sebastian  e Joni mItchell.Quest'ultima venne aggre=
dita verbalmente ,sul palco, da un hippie alticcio,a cui contesterà, a lei e a tutti gli artisti,di
essersi venduti al business e al potere,facendo scoppiare in lacrime la cantante.Da notare che il
contestatore non solo non fu bloccato da nessuno ,prima di salire sul palco,ma per un lungo pe=
riodo nessuno si interesso' per tirarlo giu' o difendere la Mitchell...Altri tempi.La stessa Mitchell 
ncontro' sotto il palco Miles Davis,che fu' molto affettuoso e gentile con lei.
Attenzioni che furono ridicolizzate dalla cantante,che parlando con i giornalisti,ricordo' l'ap=
proccio di Miles,come quello di un pappone che vuol farsi una puttana.Giudizio pesante ed ingiusto
che porterà il jazzista a cercare altre persone,come Laura Nyro o David Crosby ,per le sue ballate.
I 35 minuti di jam di Davis,saranno invece tra i momenti piu' alti del Festival e della musica
in generale.Oltre al batterista Jack De Johnette e al compulsivo bassista Dave Holland,Miles,per la
prima volta nel Jazz-Rock, inventerà il ruolo in prima fila ,del percussionista,che scopre rumori e
divagazioni,potentemente amplificati,che si uniscono con dignità massima,con il sound dei brani in
cui è collocato.Nessuno meglio del brasiliano Airto puo' fare tanto,oltre che capire cosa effetti=
vamente vuole Davis da lui.Gary Bartz stupirà tutti al sax soprano e i due tastieristi,verranno cam=
biati di ruolo da Miles,mettendo il pianista Keith Jarrett all'organo e l'organista Chick Corea al
piano elettrico.Da risentire a vita questo troppo breve evento.
Un'altro bel concerto che premio'
questo sabato di Festival fu quello di Sly & Family Stone che allargo' la fantasia musicale della sua
band ,favorendo gli interventi solistici dei suoi grandi musicisti.Ancora indimenticabili sono i po=
tenti assoli del bassista Larry Graham,che farà tremare piu' volte gli amplificatori,oltre che 
creare un nuovo ruolo potenziato del basso in una band rock.
Tra le band che si presentano al grande pubblico ci furono anche gli Emerson Lake & Palmer.nati dai
Nice,dai King Crimsom e dagli Atomic Rooster.Anche qui ,per la prima volta,una tastiera prese il
ruolo principale in una band rock,annullando in gran parte la chitarra,che aveva dominato fino ad
adesso nelle hit,anche se a fare un autopsìa sui 45 giri dell'epoca,troviamo sempre una tastiera a
tenere su' il ritmo o il riff.

Il concerto di Jim Morrison e i Doors invece ,fu criticato a lungo.Invece non fu davvero brutto.La
scaletta non scelse certo i brani che avevano entusiasmato i fans anni prima,ma punto' su un discor=
so piu' intimo e vicino al momento particolare di Morrison.Non è detto che un genere cupo debba es=
sere per forza brutto,se no dovremmo buttare a mare tutta la new wave,i Velvet e altri.
Jim Morrison ,fino a quel momento aveva evitato i Festival,non gli piacevano,provocando discussioni
col resto della band ,che invece volevano andarci.Il no a Woodstock, fu la goccia che fece traboccare
il vaso.Mezza band ando' al festival,anche se solo per assistervi,in piena protesta con il cantante,
ma dopo Jim fu obbligato ad accettare Wight,interessato anche dalla sua nuova vita in Europa e per
allontanarsi dal ridicolo,ma tormentoso processo ,per atti osceni, che lo vedevano imputato negli Usa.
L'esibizione dei Who .invece, fù senza contestazioni,specie della critica.Passato alla storia anche 
per il completo da scheletro ,su cuoio nero del bassista,non fu il miglior concerto dei Who,ma quel=
lo con il piu' alto apprezzamento dei loro fans e non solo quelli.Rivedere le immagini di quella notte,
commuove ancora adesso.Una marea umana che festeggiava con loro ,tutto l'amore verso la band.
Una notte di tributo ,con Keith Moon maestro di cerimonia unico!.
L'ultima serata è ricordata anche per lo show strampalato e burlesque di Tiny Tim,allegorico per=
sonaggio ,che sembrava uscito da un cartone animato e già tra i protagonisti del Festival di Monterey
nel 1967.A parte Donovan e Richie Havens che presentarono i loro classici e i Pentangle che rividero
il folk in maniera unica ,grazie ai suoi due chitarristi Bert Jansch e John Rembourn.
Leonard Cohen ,per la prima volta ,aumento' in band elettrica ,il suo solito ruolo di solista..

Con i Jethro Tull ,invece, ci fu tensione già il pomeriggio,quando la band ,in manìa di grandezza,
cerco' di spostare gran parte del pubblico da sotto il palco ,per fare il soundcheck come avrebbero voluto 
loro .A questa richiesta ,la gente si incavolo' di brutto, mandandoli al diavolo e provocando paura in
Ian Anderson e compagni ,che diedero la colpa della richiesta all'organizzazione del Festival.
Nonostante questo incidente,lo show dei Jethro Tull fu bellissimo e fece da base ai futuri album
della band e alla loro ricercata filosofia confluente in un surreale passato.
Nelle confessioni  di diversi giornalisti,il ricordo del concerto di Jimi Hendrix, si ferma alla visione 
di  loro ,che pisciano nella notte,mentre sullo sfondo canta Joan Baez.
In effetti non siamo lontano dal vero,perchè
Hendrix salì sul palco di Wight in piena notte,con un ritardo abissale sulla scaletta e davanti ad
un pubblico già dormiente,compresi i giornalisti,che scossi da qualche fugace risveglio nei brani
piu' alti di volume,il giorno dopo sentenziarono dai loro giornali,la bruttezza del concerto di Jimi.
Solo anni dopo,con la piena visione del film  :"Blue Wild Angel" che riporta quello che ai tempi fu
considerato l'ultimo concerto del chitarrista prima della morte,ammisero i loro errori di valutazione 
e di stupidità.
Il set fu devastato fin dall'inizio ,da enormi problemi tecnici,con la richiesta continua da parte
di Jimi ,di regolare i potenti amplificatori e il cambio frequente di chitarre,nella ricerca di tro=
vare un suono che lo soddisfacesse.Per questo ci sono lunghi momenti di stasi,ma anche esecuzioni
uniche nella sua carriera come in "All along The Watchtower" o "Red House" piuttosto che le nuove
"In From The Storm" o "Freedom".
Alla fine Jimi scaravento' la chitarra per terra ,come fosse un peso morto o della placenta che si
staccava dal corpo, in senso di sollievo.Piu' per le due ore di continuo scontro,contro attrezzature o
Festivals ,che cominciavano a mostrare tutte le pecche ,che potevano crollare addosso ad un musicista
alla ricerca,non dico della perfezione,ma di un suono suo e non ridicolizzato ad un passaggio velo=
ce davanti ad un pubblico di zombie e giornalisti scribacchini ,eccitati solo nell'affossare grandi
maestri, a discapito di nuovi ragazzini dall'erezione facile,ma noiosa.

Gli organizzatori,dopo questa esperienza ,che denunciarono fallimentare anche monetariamente,non repli=
carono piu'questa avventura,chiudendo definitivamente il discorso sull'Isola di Wight.Fino alla ripre=
sa dell'evento in anni recenti,ma con altri management e totalmente con  altro spirito,piu' vicino a 
discorsi da multinazionali che da cultura,hippie o d'avanguardia ,che sia stata in quegli anni dorati.

DANILO JANS
Critico Musicale Non Allineato

Nik Turner from Hawkwind at the 1970 Isle of Wight Festival 
David Gilmour at the Isle of Wight Festival 1970
Keith Emerson & Greg Lake at The Isle of Wight Festival 1970
Jimi Hendrix 1970 Isle of Wight Music Festival
Marsha Hunt and White Trash Isle of Wight Festival 1969
Free At The Isle of Wight Music Festival 1970
Jimi Hendrix at the Isle of Wight festival on August 1, 1970
Isle Of Wight Festival 1969
Jim Morrison Iisle of wight festival 1970
Francoise Hardy at the 1969 Isle of Wight Festival
POSTER ISLE OF WIGHT FESTIVAL 1970
 Isle of Wight Festival 1969 Hells Angels
Jimi Hendrix Isle of Wight 1970
POSTER ISLE OF WIGHT FESTIVAL 1970
Bob Dylan Isle of Wight August 1969
Hawkwind Wight 26 August 1970
Poster The Isle of Wight Festival 1969
 Isle Of Wight Festival 1970
Isle of Wight Festival in anticipation of the Bob Dylan concert 1969
 Isle of Wight festival 1969
 Isle of Wight festival 1969
 Miles Davis Isle of Wight festival 1970
Isle Of Wight 1969 Bob Dylan Poster
Taste Isle of Wight 1970
Jimi Hendrix Isle of Wight 1970
Joni Mitchell Isle of Wight 1970
Bob Dylan on stage at the Isle of Wight Festival in Wootton 31st August 1969
Leonard Cohen Isle of Wight 1970
Keith Richard with Spanish Tony Sanchez and Suki Potier at the Isle of Wight Festival on August 31, 1969
Bob Dylan at the Isle of Wight Festival in England on August 31, 1969
George Harrison and Pattie Boyd watching Dylan at the 1970 Isle of Wight festival 1969
John Lennon, Ringo Starr and George Harrison alongside Pattie Boyd Isle of Wight 1969
Isle of Wight festival 1969
The Doors Isle of Wight 1970
Marsha Hunt at Isle of Wight Festival 1969
Leonard Cohen Isle of Wight 1970
Joni Mitchell at the Isle Of Wight Festival 1970
Jimi Hendrix Isle of Wight 1970
John and Yoko attend the Isle of Wight festival where they see Bob Dylan perform, 31 August 1969
The Doors Isle of Wifgt 1970
Miles Davis at the Isle of Wight festival 1970
Jimi Hendrix at the Isle of Wight festival 1970
Donovan Isle of Wight festival 1970
Sly and the Family Stone at the Isle of Wight festival 1970
Terence Stamp  too cool to crack a smile even at a concert Isle of Wight Festival, August 1969
The Doors Isle of Wight 1970
Donovan  Isle of Wight Festival 1970 
The Who Isle of Wight 1969
  Isle of Wight Festival 1969
Isle of Wight Festival 1970
 Isle of Wight Pop Festival strip down on the beach during a break from the music 1970
George Moustaki & Francoise Hardy Isle of Wight 1969
Gypsy at Isle of Wight Festival 1969
John Sebastian Isle Of Wight 1970
The Who Isle Of Wight 1969
The Who Isle Of Wight 1969
The Who Isle Of Wight 1970
Richie Havens  Isle Of Wight 1969
Chicago at Isle of Wight 1970
Joe Cocker  Isle Of Wight 1969
Family at Isle of Wight 1970
Jimi Hendrix Isle of Wight 1970
Ten Years After at Isle of Wight 1970
Taste at The Isle of Wight Festival 1970
Rory Gallagher's Taste at The Isle of Wight Festival 1970
PROCOL HARUM LIVE AT THE ISLE OF WIGHT FESTIVAL 1970
JONI MITCHELL Isle of Wight 1970
Sara Dylan, the first wife of  Bob Dylan and Pattie Boyd first wife of George Harrison and Eric Clapton Isle of Wight 1969
Tom Paxton At The Isle of Wight Festival1969
Free  At The Isle of Wight Festival 1970
Moody Blues At The Isle of Wight Festival 1970
Marsha Hunt at the Isle of Wight Festival 1969
Marsha Hunt at the Isle of Wight Festival 1969
Blodwyn Pig at the Isle of Wight Festival 1969
JIMI HENDRIX Isle of Wight 1970
Joni Mitchell at the Isle of Wight Festival 1970
Joan Baez at the Isle of Wight Festival 1970
Leonard Cohen at the Isle of Wight Festival 1970
Isle of Wight Festival 1970
Miles Davis & Joni Mitchell at the Isle of Wight Festival, August 29, 1970
 Isle of Wight Festival 1970
Jethro Tull at The  Isle of Wight Festival 1970
Isle of Wight Festival 1970
Isle of Wight Festival 1969
Keith Moon of The Who at the Isle of Wight August, 1970
Kris Kristofferson at the Isle of Wight Festival 1970
Black Widow at The Isle of Wight Festival 1970
Joni Mitchell at the Isle of Wight Festival 1970
Isle of Wight Festival 1969
Marsha Hunt At The Isle of Wight Festival 1969
Marsha Hunt At The Isle of Wight Festival 1969
Il triplo LP pubblicato Dalla Columbia dell'evento assieme al Festival di Atlanta
Poster Isle of Wight Festival 1970
Keith Emerson At The Isle of Wight Festival 1970
Isle of Wight Festival 1970
Tiny Tim At The Isle of Wight Festival 1970
Richie Havens At The Isle of Wight Festival 1969
Jimi Hendrix Isle of Wight Festival 1970
Supertramp Isle of Wight Festival 1970
Donovan Isle of Wight Festival 1970
John Sebastian & Zal Yanovsky Isle of Wight Festival 1970
Sly & Family Stone Isle of Wight Festival 1970
Isle of Wight Festival 1969

----------------------------------------------------

I FESTIVAL DELL'ISOLA DI WIGHT Di DANILO JANS + BONUS AUDIO CONCERT JIMI HENDRIX LAST BRITISH CONCERT 1970

-------------------------------------------------------

JIMI HENDRIX
Isle Of Wight
30 August 1970

Spanish Castle Magic
Hey Baby
Ezy Rider
Hey Joe
Purple Haze
Voodoo Chile

http://www.archive.org/serve/JimiHendrixOriginalVinylTransfers01of20LastBritishConcert/JimiHendrixOriginalVinylTransfers01of20LastBritishConcert.mp3


---------------------------------------------------------------

THE SEX EMPTY HILLS : IL NUOVO FESTIVAL DI WOODSTOCK SI SVOLGE DA ANNI IN RUSSIA
IL FESTIVAL DI SONORIA DEL 1994 Di Pera,Giordano e Jans
IL PUBBLICO DEL FESTIVAL DI SONORIA 1994 - COMPLETE SESSION FOTOGRAFICA TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA DAL VIVO PARCO DI ACQUATICA MILANO ITALY 7 Luglio 1994 Di Danilo Jans
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/07/il-pubblico-del-festival-di-sonoria.html
PRIMO FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA POP IN EUROPA : PALAZZO DELLO SPORT ROMA 4-6 Maggio 1968 Di Mark Paytress
HYDE PARK 1974 : FREE CONCERT TRA LE NUVOLE Di Trashman
ROCK DI FUOCO AL WHITE CITY FESTIVAL DI LONDRA 15 LUGLIO 1973 Con SLY & THE FAMILY STONE,KINKS,CANNED HEAT,LINDISFARNE e EDGAR WINTER Di Trashman
A PIEDI NUDI NEL PARCO LAMBRO Di Rocchi,Masotti,Lelli,Fariselli
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/a-piedi-nudi-nel-parco-lambro-di.html
SPECIALE SANTAMONICA ROCK FESTIVAL - L'AUTODROMO RIBOLLE ROCK
http://mondopopolare.blogspot.it/2013/05/speciale-santamonica-rock-festival-1974.html
Torino Pop Meeting : Palazzetto Dello Sport 1974 AUDIO CONCERT
http://rockrarecollectionfetish.blogspot.it/2011/01/torino-pop-meeting-1974-palazzetto.html
WOODSTOCK FESTIVAL REMEMBER 1969-2012 Seconda Parte 
http://helaberarda.blogspot.it/2012/09/woodstock-festival-remember-1969-2012.html
I DOORS AL FESTIVAL DI WIGHT IL 29 AGOSTO 1970 Di Greg Shaw
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/07/i-doors-al-festival-di-wight-il-29.html
CRONISTORIA DELLA TERZA RASSEGNA DI MUSICA CONTEMPORANEA A CIVITANOVA MARCHE 1973 Di Fiorella Gentile e S.Sas
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/07/cronistoria-della-terza-rassegna-di.html
IL 1° BE-IN A NAPOLI,WIGHT A CASA NOSTRA Di Fiorella Gentile,Dario Salvatori,Maurizio Baiata e Piero Togni 
http://musicitaly70.blogspot.it/search?q=IL+1%C2%B0+BE-IN+A+NAPOLI,WIGHT
POP FESTIVAL VILLA PAMPHILI Di Fernando Fratarcangeli
http://musicitaly70.blogspot.it/search?q=banco+del+mutuo+soccorso
DAL VIVO - I CONCERTI A RIMINI DEL 1974 di ALAN SORRENTI IBIS e KEITH JARRETT in Articolo e Audio Di Enzo Caffarelli e Danilo Jans
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/dal-vivo-i-concerti-rimini-del-1974-di.html
ITALIA 1979 : CANTAUTORI & ROCKERS Di Guido Harari  
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/italia-1979-cantautori-rockers-di-guido.html
BARON WOLMAN : SEE MEE,FEEL ME....
AMALIE R.ROTHSCHILD : LA FOTOGRAFA DEL FILLMORE EAST (E DINTORNI)
http://musicitaly70.blogspot.it/2015/02/amelie-rrothschild-una-donna-al.html
JIM MARSHALL TRIBUTE
http://musicitaly70.blogspot.it/2014/05/jim-marshall-tribute.html
HOW THE WEST WAS WON : LA MEMORIA FOTOGRAFICA DI HENRY DILTZ
ELLIOTT LANDY - WOODSTOCK VISION - LO SPIRITO DI UNA GENERAZIONE Di Cristina Franzoni
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/09/elliott-landy-woodstock-vision-lo.html
FLASHING ON THE SIXTIES : GLI ANNI '60 DELLA FOTOGRAFA HIPPIE LISA LAW 
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/flashing-on-sixties-gli-anni-60-della.html
DALL' ETERNITA' A QUI Di Charles Perry e Henry Diltz
SUMMER OF LOVE Di Wenner e Ditz
JANIS JOPLIN Di Maurizio Bianchini + BONUS GALLERY FOTO/AUDIO WOODSTOCK FESTIVAL 1969

1 commento: