lunedì 31 agosto 2015

JIMI HENDRIX 1967 E DINTORNI : IL DEBUTTO E L'INVASIONE MONDIALE - Articoli in Italiano Francese e Inglese + LIVE AUDIO CONCERT JIMI HENDRIX Lund Sweden 10 September 1967 1st Show


Il 1966 fu l'anno della svolta per Hendrix. Durante una serata al Cheetah Club, sulla West 21st Street, il chitarrista fece la conoscenza di Linda Keith a quel tempo fidanzata con Keith Richards: i due strinsero subito amicizia e Linda si prodigò per fargli conoscere Andrew Loog Oldham, manager dei Rolling Stones, ed il produttore Seymour Stein. Nessuno dei due ricavò alcuna impressione positiva dall'incontro e - con grande delusione di Hendrix - ogni prospettiva di inserimento sfumò. Senza perdersi d'animo la ragazza insistette per presentarlo a Chas Chandler, all'epoca ancora bassista degli Animals. L'incontro stavolta fu fruttuoso: il 5 luglio 1966 Chas assistette ad un concerto di Jimi al Café Whà durante il quale si convinse di aver trovato la grande "scoperta" da lanciare. In quel periodo infatti Chandler si trovava prossimo a concludere il suo sodalizio con gli Animals ed era in cerca di spunti per ridefinire la propria posizione come produttore e manager: dopo un breve confronto, egli si rese conto che Hendrix aveva floride prospettive davanti a sé. Inoltre si convinse del fatto che poteva diventare un ottimo singolo di lancio la versione di un blues di Billy Roberts, Hey Joe, proposta da Jimi con il piglio aggressivo che quest'ultimo gli aveva illustrato durante la sua folgorante esibizione.

Hendrix si adoperò di buon grado per elaborare una sua versione di Hey Joe; il risultato entusiasmò Chas al punto da indurlo a trascinare il chitarrista a Londra per metterlo sotto contratto con il supporto del manager uscente degli Animals, Michael Jeffery. Prima di partire per il Regno Unito Chandler, una volta saputo che in precedenza Jimi aveva firmato numerosi contratti con diverse etichette discografiche (tra le tante la Sue Records di Juggy Murray) decise di rimediare acquisendo tutti i diritti legali sugli accordi che vincolavano Hendrix, in modo da ottenere l'esclusiva sulla sua futura produzione solista; il chitarrista si dimenticò del contratto con Chalpin, il quale lo avrebbe rivendicato anni dopo quando l'artista raggiunse il grande successo. Per convincere Jimi a recarsi a Londra non furono decisive tanto le prospettive illustrategli da Chas circa il radioso avvenire che lo avrebbe atteso al di là dell'Atlantico quanto la promessa che una volta giunto lì avrebbe conosciuto Eric Clapton, uno degli artisti che più apprezzava. Chandler presto si allontanò da New York per proseguire il tour con gli Animals e vi fece ritorno il 5 settembre del 1966: in questo lasso di tempo il chitarrista proseguì i suoi concerti con i Blue Fames cui si unirono saltuariamente per alcuni concerti John Hammond jr., Al Kooper e Barry Goldberg, successivamente fece alcune esibizioni senza il suo gruppo ma con la pianista Ellen McIlwaine. Dopo circa quattro giorni dal ritorno del neo-manager i due si rincontrarono e a loro si unì Mike Jeffery; subito iniziarono i preparativi per il viaggio oltreoceano. Ottenuto il certificato di nascita di Jimi (19 settembre), per risparmiare un viaggio a Seattle, Chandler si fece stampare da un tipografo newyorkese un falso "attestato di buona reputazione" firmato da una fantomatica persona che conoscesse il musicista da più di otto anni; grazie a questi due documenti poté procurare il passaporto al suo "protetto". Inizialmente Hendrix avrebbe voluto portare con sé in Inghilterra Randy California ma Chas gli fece cambiare idea adducendo come motivazioni la giovane età di questi e il fatto che nella formazione da lui progettata per Jimi non vi fosse spazio per un altro chitarrista solista. Venerdì 23 settembre 1966 Hendrix si imbarcò all'aeroporto John F. Kennedy su un volo Pan Am di prima classe per Londra; qui atterrò ad Heathrow intorno alle 9 di mattina di Sabato 24 con un bagaglio al seguito limitato ad una Stratocaster, un ricambio d'abito e un vasetto di crema detergente La prima tappa fu alla dogana dove accaddero alcuni inconvenienti: infatti a Jimi fu negato il "visto d'ingresso" in Gran Bretagna perché sprovvisto di "permesso di lavoro". Chandler però riuscì ad ottenere un permesso di soggiorno della validità di una settimana dalle autorità doganali riuscendo a far passare il chitarrista per un autorevole compositore statunitense venuto in Inghilterra per incassare i guadagni sui diritti d'autore della sua musica. Il passo successivo doveva essere quello di affiancargli dei musicisti adeguati al nuovo sound che aveva in mente: dopo alcune audizioni si decise di strutturare la formazione sul modello del power-trio (all'epoca molto in auge, visto anche il successo dei neonati Cream). Gli strumentisti scelti allo scopo, entrambi inglesi, furono il chitarrista Noel Redding, delegato al basso, e l'estroso batterista Mitch Mitchell, che fino all'ultimo fu in ballottaggio con Aynsley Dunbar (secondo Chandler fu il classico "lancio della moneta" a determinare la decisione finale).

Era nata la Jimi Hendrix Experience.
La pasta sonora del trio si rivelò una novità assoluta: sin dalle primissime esibizioni in Europa le visionarie bordate sonore di Hendrix, sostenute dal drumming furioso di Mitchell e dalle linee essenziali del basso di Redding, crearono enorme impressione nel mondo musicale londinese, dando vita ad un passaggio di voce senza precedenti tra gli artisti ed i gruppi che animavano la scena del periodo. La selvaggia attitudine live del chitarrista lasciò allibiti anche strumentisti affermati come Eric Clapton e Jeff Beck, e l'aura che lo accompagnava gli permise ben presto di entrare nel salotto buono della musica dell'epoca, al punto che gli Who si adoperarono affinché Hendrix accettasse una proposta dalla loro casa discografica di riferimento, la Track Records
Il primo brano ad essere dato alle stampe su 45 giri, nel dicembre 1966, fu proprio Hey Joe, rimaneggiato rispetto alle iniziali intenzioni dopo l'uscita della versione del cantante folk Tim Rose ma comunque adeguato allo stile di Hendrix. Sul lato B del singolo trovò spazio Stone Free, un blues rauco ed allucinato scelto tra le sue prime composizioni. La risposta di vendite fu notevole e venne confermata dai due singoli che seguirono, Purple Haze e The Wind Cries Mary: i brani in questione divennero colonne portanti degli incendiari live acts del gruppo, affiancate da riletture fortemente rivitalizzate di classici del blues come Killing Floor di Howlin' Wolf (usualmente deputato a brano di apertura dei concerti) e Rock Me Baby di B.B. King.

La consacrazione statunitense al Monterey Pop Festival[
Are You Experienced? ebbe un'ottima risposta di vendite nel vecchio continente, interrompendo la propria ascesa al secondo posto nella classifica britannica dietro Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band dei Beatles: la Experience però era in cerca dell'occasione giusta per sfondare negli States, dove era ancora sconosciuta.
L'occasione si presentò nel giugno del 1967, quando il gruppo venne invitato - dietro intercessione di Paul McCartney- alla storica edizione del Monterey International Pop Festival tenutasi il 16, 17 e 18 giugno di quell'anno e generalmente ritenuta l'evento di partenza della cosiddetta lunga estate dell'amore. L'opportunità si rivelò estremamente favorevole per Hendrix: oltre alla vastissima risonanza che l'evento ebbe in tutti gli Stati Uniti, la sua performance sarebbe stata immortalata nel documentario che sarebbe stato ricavato dal festival. La Experience non si lasciò sfuggire l'occasione e si produsse in una delle esibizioni più acclamate del festival, suonando, fra le altre canzoni, proprio "Hey Joe"; nei 40 minuti dell'esibizione Hendrix sollecitò la sua Fender Stratocaster in un modo fino ad allora inaudito arrivando a mimarvi rapporti sessuali, suonandola con i denti, dietro la schiena, contro l'asta del microfono e contro l'amplificazione. Al termine dell'esibizione, per sottolineare la sua spasmodica necessità di estrarre nuove sonorità dallo strumento, le diede fuoco con del liquido per accendini e la distrusse contro palco ed amplificatori in una catarsi di feedbacks lancinanti.
I resti della chitarra che Hendrix distrusse quella sera furono recuperati e sono esposti all'Experience Music Project di Seattle.
La selvaggia performance sonora del trio ebbe grandissima eco in tutti gli Stati Uniti, preparando il terreno al successo che avrebbe accolto tanto le esibizioni live del chitarrista quanto le sue uscite discografiche.
Il 1967 vide l'uscita del seguito discografico di Are You Experienced? intitolato Axis: Bold as Love, ugualmente pervaso dalla fortissima vena acida e sperimentale del suo predecessore, ma caratterizzato da sonorità meno aspre e più proiettate verso funk, blues ed R&B. Con Bold as Love Hendrix proseguirà nella sua ricerca sonora anche nel senso delle variazioni sui due canali di uscita stereo, inoltrandosi ulteriormente verso risultati sonori assolutamente innovativi: il disco fu inoltre interamente registrato con l'accordatura della chitarra diminuita di mezzo tono, espediente destinato a diventare standard nella produzione del chitarrista.
Il disco è inoltre da ricordare per i travagli che lo accompagnarono nelle fasi immediatamente precedenti alla sua uscita.
Avvenne infatti che Hendrix dimenticò il master tape già missato del lato A del disco sul sedile posteriore di un taxi senza riuscire in alcun modo a recuperarlo. Il fatto costituiva un serio problema poiché i masters originali avrebbero dovuto essere consegnati a breve per la stampa dell'LP: tutto il lato A del lavoro dovette quindi essere rimissato dai multitraccia basali in un'unica notte di lavoro, con disappunto di Hendrix e del suo storico tecnico Eddie Kramer che in seguito sosterranno di non essere interamente soddisfatti del risultato.
Ulteriori noie provennero dall'artwork della copertina: a causa di un banale malinteso, la richiesta di Hendrix affinché il tema richiamasse le sue origini indiane - riferendosi alle tribù di pellerossa nativi del Nordamerica - venne completamente equivocata dallo studio grafico britannico che se ne occupò ed il risultato fu una copertina in cui Hendrix, Redding e Mitchell vestono i panni delle divinità induiste Durga e Vishnu.
L'album si rivelò comunque un successo, facendo aumentare considerevolmente le richieste di esibizioni dal vivo del gruppo e portando la Experience a suonare di fronte a platee sempre più ampie. La conclusione del tour non fu comunque felice: mentre il gruppo si trovava in Scandinavia per alcune date, la notte del 4 gennaio 1968 Hendrix venne tratto in arresto a Stoccolma dopo aver devastato una stanza d'albergo in preda ai fumi dell'alcool..

JIMI HENDRIX 1967 E DINTORNI : IL DEBUTTO E L'INVASIONE MONDIALE - Articoli in Italiano Francese e Inglese + LIVE AUDIO CONCERT JIMI HENDRIX Lund Sweden 10 September 1967 1st Show

JIMI HENDRIX 

Lund Sweden 
10 September 1967 
1st Show

1. sgt pepper
2. foxy lady
3. catfish blues
4. fire
5. the wind cries mary
6. have mercy
7. manic depression
8. purple haze



--------------------------------------------------------

ROYAL ALBERT HALL LONDRA 1969 : GLI ULTIMI CONCERTI DELLA JIMI HENDRIX EXPERIENCE
JIMI HENDRIX 1967 : UN'ESPERIENZA DA NON DIMENTICARE Di Op WILD MAN! DiDawn James  WILD JIMI HENDRIX e ON THE BYRDS Di Keith Altham SCENE'S WILDEST RAVER! Di John King JIMI TOO OFTEN? Di Jp
 IL FAVOLOSO AMULETO DI JIMI HENDRIX Di Maurizio Moretti
JIMI HENDRIX LIVE AT WOODSTOCK
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/jimi-hendrix-live-at-woodstock.html
VOODOO CHILD : IL FUNERALE DI JIMI HENDRIX Di John Morthland
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/voodoo-child-il-funerale-di-jimi.html
JIMI HENDRIX BAND OF GYPSYS :Live at the Fillmore East
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/jimi-hendrix-band-of-gypsys-live-at.html
JIMI HENDRIX ANCORA DA SCOPRIRE Di Elio Donato

ERIC BURDON : THE ANIMALS & WAR - Interventi di MERLETTI,PAYTRESS,GIULIETTI,FERRANTI;TRYNKA + LIVE AUDIO CONCERT ERIC BURDON  AND WAR With JIMI HENDRIX AT RONNIE SCOTT'S LONDON ENGLAND 16 SEPTEMBER 1970
GRACE SLICK DEI JEFFERSON AIRPLANE AL FESTIVAL DI WOODSTOCK 1969
ELLIOTT LANDY - WOODSTOCK VISION - LO SPIRITO DI UNA GENERAZIONE Di Cristina Franzoni
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/09/elliott-landy-woodstock-vision-lo.html
FLASHING ON THE SIXTIES : GLI ANNI '60 DELLA FOTOGRAFA HIPPIE LISA LAW
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/flashing-on-sixties-gli-anni-60-della.html
IMMAGINI DA HIPPIE Di Matteo Guarnaccia
http://helaberarda.blogspot.it/2012/05/immagini-da-hippie-di-matteo-guarnaccia.html
SUMMER OF LOVE Di Wenner e Ditz
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/summer-of-love-di-wenner-e-ditz.html
HIPPIE WOMAN / 1
http://mondopopolare.blogspot.it/2013/06/hippie-woman-1.html
RED DOG SALOON Di Alberto Crespi
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/08/red-dog-saloon-di-alberto-crespi.html
JORMA KAUKONEN & HOT TUNA - COMPLETE SESSION TRATTA DAI PROVINI FOTOGRAFICI SU PELLICOLA DAL VIVO AL PARCO DELLA PELLERINA DI TORINO ITALY 1994 Prima Parte Di Danilo Jans
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/jorma-kaukonen-hot-tuna-complete.html
WOODSTOCK FESTIVAL REMEMBER 1969-2012 Seconda Parte
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/woodstock-festival-remember-1969-2012_18.html
COUNTRY JOE McDONALD : IL VECCHIO LEONE RUGGISCE ANCORA Di Ezio Guaitamacchi
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/country-joe-mcdonald-il-vecchio-leone.html
IL RITORNO DI REBECCA FERRATTI : ZINGARA Di Alberto Tolot
http://mondopopolare.blogspot.it/2013/06/il-ritorno-di-rebecca-ferratti-zingara.html
A PIEDI NUDI NEL PARCO LAMBRO Di Rocchi,Masotti,Lelli,Fariselli
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/a-piedi-nudi-nel-parco-lambro-di.html
SPECIALE SANTAMONICA ROCK FESTIVAL - L'AUTODROMO RIBOLLE ROCK
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/speciale-santamonica-rock-festival-1974.html
E' MORTO A 68 ANNI ALVIN LEE : CINQUE ARTICOLI DI Romano Belletti,Enzo Caffarelli,Maurizio Baiata,Giorgio Rivieccio e Nicola Bandini
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/e-morto-68-anni-alvin-lee-cinque.html
DALLAS TAYLOR : PRIGIONIERO DI WOODSTOCK Di Aldo Pedron
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/dallas-taylor-prigioniero-di-woodstock.html
CONCERTO PER IL BANGLA DESH 20 DICEMBRE 1971
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/concerto-per-il-bangla-desh-20-dicembre.html
JOAN BAEZ - COMPLETE SESSION DAL VIVO AL PARCO DELLA PELLERINA TORINO ITALY 1994 Prima Parte Di Danilo Jans
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/joan-baez-complete-session-tratta-dai.html
DALLAS TAYLOR : PRIGIONIERO DI WOODSTOCK Di Aldo Pedron
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/dallas-taylor-prigioniero-di-woodstock.html
JIMI HENDRIX LIVE AT WOODSTOCK
http://helaberarda.blogspot.it/2012/04/jimi-hendrix-live-at-woodstock.html
PLASTER CASTER UNA VITA PER IL CALCO Di Manlio Benigni
http://helaberarda.blogspot.it/2012/04/plaster-caster-una-vita-per-il-calco-di.html
EASY RIDER VENT'ANNI DOPO : ALL'INSEGUIMENTO DELLA LIBERTA' Di Jack Barth e Trey Ellis
http://helaberarda.blogspot.it/2013/10/easy-rider-ventanni-dopo.html
HOW THE WEST WAS WON : LA MEMORIA FOTOGRAFICA DI HENRY DILTZ
AMALIE R.ROTHSCHILD : LA FOTOGRAFA DEL FILLMORE EAST (E DINTORNI)
RED DOG SALOON Di Alberto Crespi
JORMA KAUKONEN IN ITALIA 1981 Di Guido Toffoletti
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/jorma-kaukonen-in-italia-1981-di-guido.html
GRACE SLICK A ROMA Di Maria Laura Giulietti e Maurizio Bianchini
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/grace-slick-roma-di-maria-laura.html
JORMA KAUKONEN & HOT TUNA - COMPLETE SESSION TRATTA DAI PROVINI FOTOGRAFICI SU PELLICOLA DAL VIVO AL PARCO DELLA PELLERINA DI TORINO ITALY 1994 Prima Parte Di Danilo Jans
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/jorma-kaukonen-hot-tuna-complete.html
WOODSTOCK FESTIVAL REMEMBER 1969-2012 Seconda Parte 
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/woodstock-festival-remember-1969-2012_18.html
CROSBY STILLS & NASH AD AOSTA IL 21 Luglio 2010 Di Danilo Jans 
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/crosby-stills-nash-complete-session.html
PARLA JERRY GARCIA DEI GRATEFUL DEAD : PAROLE DAL MORTO RICONOSCENTE Di Maria Laura Giulietti 
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/parla-jerry-garcia-dei-grateful-dead.html
IMMAGINI DA HIPPIE Di Matteo Guarnaccia 
http://helaberarda.blogspot.it/2012/05/immagini-da-hippie-di-matteo-guarnaccia.html
ECCEZIONALE - DAVID CROSBY:HO VOGLIA DI PARLARVI Di Aldo Blasi e Maria Laura Giulietti
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/eccezionale-david-crosbyho-voglia-di.html
IMMAGINI DI JANIS JOPLIN
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/immagini-di-janis-joplin.html
JANIS JOPLIN : BIG BROTHERS WHITE SOUL Di John Poppy & Douglas Jones
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/janis-joplin-big-brothers-white-soul-di.html
JONI MITCHELL : TRA LE STRADE DI BERKLEY O SUL PALCO DI WEMBLEY Di Maria Laura Giulietti
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/joni-mitchell-tra-le-strade-di-berkley.html
HIPPIE WOMAN / 1
http://helaberarda.blogspot.it/2013/04/hippie-woman-1.html
COUNTRY JOE McDONALD : IL VECCHIO LEONE RUGGISCE ANCORA Di Ezio Guaitamacchi 
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/country-joe-mcdonald-il-vecchio-leone.html
IL PONTE DEI SOGNI INFRANTI Di John-Paul Flintoff (The Golden Bridges Suicides)
http://mondopopolare.blogspot.it/2013/05/il-ponte-dei-sogni-infranti-di-john.html
IL RITORNO DI REBECCA FERRATTI : ZINGARA Di Alberto Tolot 
http://mondopopolare.blogspot.it/2013/06/il-ritorno-di-rebecca-ferratti-zingara.html
GRACE SLICK DEI JEFFERSON AIRPLANE AL FESTIVAL DI WOODSTOCK 1969
http://mondopopolare.blogspot.it/2013/09/grace-slick-dei-jefferson-airplane-al.html
E' MORTO A 68 ANNI ALVIN LEE : CINQUE ARTICOLI DI Romano Belletti,Enzo Caffarelli,Maurizio Baiata,Giorgio Rivieccio e Nicola Bandini 
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/e-morto-68-anni-alvin-lee-cinque.html
A PIEDI NUDI NEL PARCO LAMBRO Di Rocchi,Masotti,Lelli,Fariselli
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/a-piedi-nudi-nel-parco-lambro-di.html
SPECIALE SANTAMONICA ROCK FESTIVAL - L'AUTODROMO RIBOLLE ROCK
http://mondopopolare.blogspot.it/2013/05/speciale-santamonica-rock-festival-1974.html
DALLAS TAYLOR : PRIGIONIERO DI WOODSTOCK Di Aldo Pedron 
http://mondopopolare.blogspot.it/2013/06/dallas-taylor-prigioniero-di-woodstock.html
JIMI HENDRIX LIVE AT WOODSTOCK
http://helaberarda.blogspot.it/2012/04/jimi-hendrix-live-at-woodstock.html
PLASTER CASTER UNA VITA PER IL CALCO Di Manlio Benigni
http://helaberarda.blogspot.it/2012/04/plaster-caster-una-vita-per-il-calco-di.html
POLITICA ESTATICA Di Thimothy Leary
http://helaberarda.blogspot.it/2012/03/politica-estativa-di-thimothy-leary.html
LUCIFER RISING : INTERVISTA TELEFONICA CON BOBBY BEAUSOLEIL DALLA PRIGIONE DI TRACY CALIFORNIA DI Costantino Della Gheradesca e Maurizio Marsico
http://helaberarda.blogspot.it/2012/07/lucifer-rising-intervista-telefonica.html
PARLA UNA DELLE RAGAZZE DI CHARLES MANSON CHE MASSACRO' SHARON TATE Di Susan Atkins  
http://helaberarda.blogspot.it/2012/10/provvisorio.html
COME VIVE IN CARCERE CHARLES MANSON L'ASSASSINO DI SHARON TATE 
http://helaberarda.blogspot.it/2012/03/come-vive-in-carcere-charles-manson.html
EASY RIDER VENT'ANNI DOPO : ALL'INSEGUIMENTO DELLA LIBERTA' Di Jack Barth e Trey Ellis
http://helaberarda.blogspot.it/2013/10/easy-rider-ventanni-dopo.html
JOHN LEE HOOKER MEGAPOST + LIVE AUDIO CONCERT IMOLA ITALY 13 MAY 1981
BB KING - COMPLETE SESSION FOTOGRAFICA TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA DAL VIVO AL JVC FESTIVAL PIAZZA SAN CARLO TORINO ITALY 1995 Seconda Parte Di Danilo Jans
ALBERT KING - COMPLETE SESSION FOTOGRAFICA TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA  DAL VIVO AL TEATRO  GIACOSA IVREA ITALY 8 NOVEMBER 1978 Prima Parte Di Danilo Jans WITH CONCERT AUDIO & COVER 
BUDDY MILES & RANDY HANSEN - COMPLETE SESSION DAL VIVO AL MAGAZZINO DI GILGAMESH TORINO ITALIA 1997 Seconda  Parte Di Danilo Jans

Nessun commento:

Posta un commento